Nitrox Diver

Nitrox: provare per credere!

Ah! Come respiro! E che scoperta!
Che a noi fuoriusciti di soppiatto dal Divers’ Jurassic Park respirare aria arricchita fa un sacco bene. È come fare O.T.I. – Ossigenoterapia Iperbarica – andando a divertirsi sott’acqua al posto di starsene accasciati sopra la panca d’una camera di decompressione accanto a una vecchietta (coeva: c’è poco da ridere) un po’ isterica perché non può nemmeno passare il tempo facendo la calza coi ferri di ferro (basta una scintilla e….. buuum!) ma deve accontentarsi dell’uncinetto d’osso, proprio come fosse una vecchietta eschimese.
Tecnica d’impiego, vantaggi e limitazioni dell’immersione ricreativa con Nitrox sono spiegati con esemplare chiarezza nel testo che accompagna il corso. Quello che voglio farvi capire io è il gusto della subacquea con Nitrox. Il suo sapore di freschezza (sembra di respirare attraverso un filtro di menta), la netta sensazione – che poi corrisponde alla realtà – di essere meno affaticati, più rilassati, al termine dell’immersione fatta respirando da una bombola pitturata di giallo e di verde. Insomma, a ogni boccata di EAN sembra di inalare l’effluvio di una granita di limone fatta a Ustica. D’altra parte è quasi ovvio: nella miscela di gas che compongono l’atmosfera di Madre Terra, l’ossigeno è in assoluto l’unico gas indispensabile e insostituibile. L’azoto può essere sostituito senza problemi dall’idrogeno, dall’elio, dall’aria fritta: basta che non manchi l’ossigeno; e l’anidride carbonica ha sì la funzione importantissima di stimolare l’atto respiratorio, ma dopotutto si tratta di scorie di ossigeno. Che si somministra da solo a chi ha gravi problemi respiratori, si impartisce sovrabbondante ai tanti portatori di patologie curabili mediante un’assidua frequentazione d’una camera iperbarica, è assunto puro nell’ultima tappa a 15 feet dai sommozzatori reduci da un’immersione “tecnica” a grande profondità.
Per noi giurassici, poi, il flusso regolare di cotanto benefico gas ci pare lo scorrere della fonte dell’eterna giovinezza. Dicono che a una certa età aumentano i rischi di MDD. Ma, a quanto ammonta quest’età? In ogni modo, per diminuire le possibilità di restare cionchi o rincitrulliti, meglio abboffarsi di ossigeno. Ancora meglio se diluito nelle giuste proporzioni in abbondante azoto.
Provate, se non ci credete. Poi mi farete sapere.
G. Ninì Cafiero

Il corso abilita all’utilizzo delle miscele Nitrox 32 (N1) e Nitrox 36 (N2) ed è suddivisto in 2 lezioni di teoria e 2 immersioni in acque libere:

  • 2 Sessioni di Teoria: apprenderai che cos’è il nitrox, come viene prodotto, perché è vantaggioso immergersi con il nitrox, quali attrezzature devono essere utilizzate e come si programma un immersione nitrox.
  • 2 Immersioni in acque libere: imparerai ad analizzare un bombola nitrox e comprenderai i vantaggi di immergersi con questo tipo di miscele rispetto all’aria effettuando due immersioni ricreative utilizzando rispettivamente Nitrox con il 32 e 36% di ossigeno.

Il Kit per l’allievo Recreational Nitrox Diver SNSI contiene:

  • Manuale Allievo
  • Tabella Immersioni SNSI
  • Cartellina di Registrazione
  • Sticker per l’analisi della miscela
  • Diploma Finale
  • Adesivo SNSI
  • Richiesta Brevetto